BLOG - P&P Costruzioni srl

Vai ai contenuti

Perché scegliere il rifacimento degli edifici in ottica ecosostenibile

P&P Costruzioni srl
Pubblicato in edilizia · 6 Ottobre 2020
Tags: ristrutturazione
L’ecostenibilità non è più una scelta ma una necessità per migliorare la qualità della vita.
In una definizione generale possiamo parlare di ecosostenibilità come di quell’insieme di azioni volte al rispetto dell’ambiente, inteso sia come flora che come fauna. Tali azioni riguardano, in particolar modo, concetti come il riciclo e il riuso, che permettono di riutilizzare materiali di scarto e di trasformarli in nuovi oggetti.
Questo processo non è presente solo nei settori produttivi, ma coinvolge anche i consumatori, che sono chiamati ad agire in modo virtuoso tramite azioni quotidiane: attenzione allo spreco, raccolta differenziata, scelta di marchi e prodotti sostenibili.

Anche nel settore edilizio l’ecosostenibilità è diventata una necessità, più che un’attenzione particolare: costruire case ed edifici a basso impatto ambientale è il fine vantaggioso che si vuole raggiungere in questo settore per trarne benefici sia per quanto riguarda la salvaguardia dell’ambiente, sia per quanto riguarda il risparmio del singolo sui consumi energetici.
Un aspetto determinante dell’impatto ambientale del settore edilizio è rappresentato dai materiali impiegati per la costruzione: dal reperimento delle materie prime, alla lavorazione, fino all’utilizzo e allo smaltimento, i materiali edili tradizionali sono da considerarsi insostenibili sia in termini di consumo di risorse naturali, sia di emissioni di CO2 derivanti dalla loro lavorazione e smaltimento. Per questo motivo, ormai da molti anni, si stanno ricercando soluzioni sempre meno inquinanti e invasive nei confronti degli ecosistemi naturali attraverso l’edilizia sostenibile.

Con l'espressione “edilizia sostenibile” si fa riferimento all'insieme di pratiche  adottate per la progettazione, la gestione e la realizzazione di edifici utilizzando materiali, fonti di energia e tecniche attraverso cui si riduce l'impatto ambientale.
Questo concetto riguarda sia gli immobili di nuova costruzione, sia quelli che vengono ristrutturati seguendo tali pratiche e prevede numerosi vantaggi rispetto all’edilizia tradizionale:

  • Alti rendimenti nell’utilizzo dell’energia: vengono ridotti gli sprechi di materiali e risorse e si cerca di ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente dei metodi di lavorazione e di funzionamento dei sistemi applicati agli edifici. Lo scopo è quello di ottimizzare massimamente l’energia dalle varie fonti che viene utilizzata;
  • Sfruttamento di fonti rinnovabili: si evita di utilizzare materiali di derivazione fossile (es: petrolio), che sono fortemente dannosi per l’ambiente e presenti in quantità molto ridotta in natura, a favore di un minor impatto nell’inquinamento dell’atmosfera e degli ecosistemi che si ottiene dallo sfruttamento di risorse rinnovabili;
  • Risparmio di risorse ma anche economico: l’utilizzo di fonti rinnovabili e lo sfruttamento delle tecniche dell’edilizia ecosostenibile permettono di costruire edifici a basso impatto che prevedono una spesa di molto inferiore grazie al risparmio di risorse, ma anche grazie alle agevolazioni fiscali che riguardano tale settore;
  • Benessere personale: l’utilizzo di risorse sostenibili nell’edilizia ha un effetto positivo nella salute in quanto la protezione dell’ambiente è un accorgimento che salvaguardia il benessere fisico di tutti. Un’aria più pulita permette una migliore qualità della vita;
  • Valore economico degli edifici: una struttura costruita secondo le regole dell’edilizia sostenibile e dotata dei sistemi correlati possiede una classe energetica migliore e per questo il suo valore sul mercato immobiliare si alza di molto.

Ma quali sono esattamente gli interventi da compiere per poter parlare concretamente di edilizia sostenibile?

Nell’edilizia sostenibile le quattro principali aree d’interesse nella creazione di un edificio a basso impatto sono i materiali, l’energia, l’acqua e la salute.

MATERIALI
Nell’edilizia sostenibile i materiali vengono scelti in maniera accurate, sono naturali e ottenuti dallo sfruttamento di fonti rinnovabili. Vengono raccolti, gestiti e lavorati in maniera sostenibile e valutati mediante specifiche procedure Life Cycle Analysis (viene quantificata l’energia incorporate, la loro durata, la minimizzazione dei rifiuti prodotti e la loro capacità di essere riutilizzati o riciclati).

ENERGIA
Negli edifici costruiti o ristrutturati in ottica ecosostenibile si cerca di inseire sistemi che prevedano il crollo dei costi legato all’ottimizzazione delle risorse e allo sfruttamento delle fonti rinnovabili. Alcuni esempi possono essere l’installazione di pannelli fotovoltaici o la realizzazione di coperture che evitino il dissipamento inutile di energia termica o elettrica.

ACQUA
L’acqua è una delle risorse alla quale si presta maggior attenzione: nelle costruzioni tramite edilizia ecosostenibile questa risorsa viene ottimizzata e si cerca di evitarne lo spreco attraverso specifiche tecnologie costruttive o sistemi da installare negli edifice stessi.

SALUTE
Utilizzare materiali non tossici ed evitare metodi a grande impatto inquinante permette di migliorare lo stato di salute di tutte le persone in quanto una minore aggressività inquinante nel corpo di ognuno di noi è un vantaggio allo sviluppo di una salute sana.

Noi di P&P siamo molto sensibili al tema della salvaguardia ambientale per questo ti proproniamo tecniche costruttive e soluzioni che permettano al tuo edificio di avere il massimo del rendimento con il minimo dispendio energetico.
Vuoi saperne di più? Contattaci per bonifiche di facciate, costruzione di prefabbricati o realizzazioni di coperture.


I nostri contatti
P&P Costruzioni srl Vigonza Padova
+39 049 7994742
info@pepcostruzioni.it
Via Regia,32
35010 Vigonza (PD)
Torna ai contenuti