BLOG - P&P Costruzioni srl

Vai ai contenuti

Bonus facciate 2020: cos’è e come funziona

P&P Costruzioni srl
Pubblicato in edilizia · 15 Ottobre 2020
Tags: rivestimentifacciate
  
Il bonus facciate è un’agevolazione fiscale grazie alla quale è possibile recuperare il 90% dei costi sostenuti nel 2020 senza un limite massimo di spesa fatte per le facciate e possono beneficiarne tutti, da inquilini a proprietari, residenti e non nel territorio dello Stato, persone fisiche o imprese.
In cosa consiste?
L’agevolazione fiscale consiste in una detrazione dall’imposta lorda (Irpef o Ires) ed è concessa quando si eseguono interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti. Sono inclusi anche gli interventi di sola pulitura o tinteggiatura esterna.
La detrazione consiste nel 90% delle spese documentate sostenute nell’anno 2020 e va ripartita in 10 quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.
A chi spetta il bonus?
Tutti possono usufruire del bonus facciate 2020 a patto che i beneficiari possiedano o detengano l’immobile oggetto dell’intervento in base a un titolo idoneo al momento di avvio dei lavori o al momento del sostenimento delle spese.
In particolare, i contribuenti interessati devono:
  • Possedere l’immobile in qualità di proprietario, nudo proprietario o titolare di altro diritto reale di godimento sull’immobile (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • Detenere l’immobile in base a un contratto di locazione, anche finanziaria, o di comodato, regolarmente registrato, ed essere in possesso del consenso all’esecuzione dei lavori da parte del proprietario.

La detrazione non spetta, invece, a chi è sprovvisto di un titolo di detenzione dell’immobile regolarmente registrato al momento dell’inizio dei lavori o al momento di sostenimento delle spese se antecedente, anche se provvede alla successiva regolarizzazione. Sono inoltre ammessi a fruire della detrazione, purché sostengano le spese per la realizzazione degli interventi, anche:
  • I familiari conviventi con il possessore o detentore dell’immobile (coniuge, componente dell’unione civile, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado);
  • I conviventi di fatto, ai sensi della legge n. 76/2016.

Per quali interventi è previsto il bonus?
Il bonus facciate è ammesso per le spese relative a interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna di edifici esistenti, parti di essi, o su unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, compresi quelli strumentali.
Non spetta, invece, per gli interventi effettuati durante la fase di costruzione dell’immobile o realizzati mediante demolizione e ricostruzione.

Per avere diritto al bonus è necessario che gli edifici siano ubicati nelle zone A o B.
Zona A: comprende le parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestono carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi..
Zona B: include le parti del territorio totalmente o parzialmente edificate, diverse dalle zone A. In particolare, si considerano parzialmente edificate le zone in cui la superficie coperta degli edifici esistenti non sia inferiore al 12,5% (un ottavo) della superficie fondiaria della zona e nelle quali la densità territoriale sia superiore a 1,5 mc/mq.

Noi di P&P siamo specializzati in rifacimento e bonifica di facciate: sfruttiamo le tecnologie più avanzate e materiali resistenti e prestanti.
Cosa aspetti? Contattaci per saperne di più.


I nostri contatti
P&P Costruzioni srl Vigonza Padova
+39 049 7994742
info@pepcostruzioni.it
Via Regia,32
35010 Vigonza (PD)
Torna ai contenuti